Consulente tecnico di parte

CONSULENTI PER IL CONTENZIOSO BANCARIO

Consulente tecnico di parte offre assistenza completa nei procedimenti giudiziari in materia bancaria.

consulente tecnico di parte per contenzioso bancario
consulente tecnico di parte studio d'amico

servizio di consulenza

Consulente tecnico di parte

Chi è il consulente tecnico di parte in un contenzioso bancario?

L’art. 201 c.p.c. prescrive che: “Il giudice istruttore, con l’ordinanza di nomina del consulente, assegna alle parti un termine entro il quale possono nominare, con dichiarazione ricevuta dal cancelliere, un loro consulente tecnico. Il consulente della parte, oltre ad assistere a norma dell’articolo 194 alle operazioni del consulente del giudice, partecipa all’udienza e alla camera di consiglio ogni volta che vi interviene il consulente del giudice, per chiarire e svolgere, con l’autorizzazione del presidente, le sue osservazioni sui risultati delle indagini tecniche.” In questo contesto, a seguito della nomina da parte del giudice di un ausiliario tecnico (CTU) ovverosia il soggetto che aiuta il giudicante nella risoluzione di problemi tecnico/scientifici ai fini della decisione della controversia, le parti in causa hanno l’opportunità di nominare un proprio consulente di parte (CTP) che affiancherà l’avvocato durante il processo.

Quale ruolo ha il consulente tecnico di parte (CTP) nel contenzioso bancario?

Nei procedimenti giudiziari in materia bancaria il CTU riveste un ruolo determinante nella decisione della controversia, di conseguente, è fondamentale nominare un CTP competente in grado di presentare osservazioni verbali e scritte all’ausiliario nominato dal giudice nonché affiancare il legale nella redazione degli atti.

Lo Studio D’Amico è in grado di fornire assistenza in ambito giudiziale?

Lo studio D’Amico non si limita esclusivamente ad approfondire e verificare il corretto andamento dei rapporti bancari e di elaborare perizie econometriche ma fornisce un supporto duraturo e continuativo sino alla risoluzione della controversia. I nostri professionisti, dottori commercialisti abilitati, hanno la possibilità di essere nominati come consulenti di parte già nelle fasi di precontenzioso (mediazione o trattativa stragiudiziale) ovvero nella fase giudiziale con l’obiettivo di supportare l’avvocato sotto gli aspetti matematici e finanziari. La nostra è una scelta finalizzata ad agevolare il soggetto che instaura un contenzioso bancario; infatti, analizzando i dati sui procedimenti giudiziali abbiamo rilevato che premia, in termini di risultati, la scelta di avere quale consulente tecnico di parte il medesimo soggetto che ha redatto la perizia. Numerosi Studi Legali di primaria importanza sul panorama nazionale ci hanno affidato l’incarico di elaborare perizie e di seguirli, in veste di consulenti tecnici di parte, durante tutta la fase del procedimento.
Corretti, competenti e disponibili. non ci sono altre parole per descrivere l’operato dello studio. Grazie a loro sono riuscito ad ottenere dalla banca una bella somma.
Mario N.
Ricevuta consulenza per contenzioso con grosso istituto bancario. Il dottore mi ha seguito dall’inizio alla fine del processo. Anche grazie ai suoi elaborati ne siamo usciti vittoriosi.
Carmela P.
Non pensavo di poter ricevere un risarcimento da parte della banca. Con l’aiuto del lavoro del dottor D’Amico ci siamo riusciti. Anche il mio avvocato si è trovato benissimo.
Carlo B.

Contattaci

Ti risponderemo entro 24 ore

Compila tutti i campi del form, grazie.

Ho preso visione della nota Informativa sulla Privacy.

10 + 9 =

Telefono

Email / Pec

Sedi

Via Ignazio Guidi 44, 00147 Roma RM
Via Milazzo 5 - 4012 Bologna c/o Confitaly Bologna